Spunta una “follia” chiamata TAXI
Home Archivio News Taxi Spunta una “follia” chiamata TAXI
Spunta una “follia” chiamata TAXI

copertina numero zero di taxi“OHA” fallisce ma nasce il primo free press di Bolzano
Tutto inizia nel 2004, quando tra la primavera e l’autunno in quartiere impazza il progetto OHA. Centinaia di residenti vengono coinvolti in incontri, workshop, laboratori e quant’altro con l’intento di riqualificare Oltrisarco-Aslago.
2004. Per chi volesse sapere cos’è stato OHA, gli consigliamo questo link sul sito del Comune di Bolzano:

http://www.comune.bolzano.it/quartieri_context03.jsp?ID_LINK=2326&area=107
Si tratta, in buona sostanza, di una serie di sogni venduti al quartiere in vista, molto probabilmente, delle comunali del 2005. Ad ogni modo nell’autunno del 2004 vengo contattato, in quanto giornalista del quartiere (venivo dal Mattino e all’epoca lavoravo all’Adige) da alcune persone attive nel progetto. Mi propongono di partecipare alla creazione di un giornalino di quartiere, uno dei tanti progetti di OHA, che dovrebbe essere sostenuto dal Comune. Partecipo ad alcune riunioni in cui si parla tanto ma non si arriva al nocciolo. La mia sensazione peraltro è che la politica non abbia un reale interesse a portare avanti la cosa...
2005. L’entusiasmo di OHA comincia a scemare, si discute ancora un po’ per ottenere il centro giovanile all’ex Mignone (che alla fine sarà stralciato dal progetto) poi arrivano le elezioni: chi ha avuto ha avuto, chi ha dato ha dato...
2006. OHA ormai è dato per morto, io però non mollo e metto in rete un gruppo di persone per portare avanti il progetto del giornale. Anche qui però nessuno si impegna più di tanto e così, dopo l’ennesima riunione inutile dell’ottobre 2006, decido di andare avanti da solo. Con la cooperativa Inside, grazie anche al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio, stampiamo un numero Zero distribuito in 7.000 copie.
29 GENNAIO 2007. Mentre nella sala di rappresentanza del Comune - alla presenza dell’assessore al decentramento Luigi Gallo - viene presentato alla stampa il “Giornalino del quartiere Oltrisarco-Aslago”, nelle case del quartiere arriva il numero Zero. Otto paginette, grafica ancora incerta, ma il taglio c’è già: spazio ai personaggi del quartiere con l’intervista al vigile Maurizio Benedetti e la pagina dedicata ai volti, il VKE con Abdel El Abchi e lo sport locale. Manca ancora il nome, si invitano i residenti a “battezzare” la rivista e arrivano decine di proposte.
Il resto lo potete leggere nelle prossime pagine.

 

 
 

Link utili

Banner
Banner