2008/Il giornale diventa a pagamento
Home Archivio News Taxi 2008/Il giornale diventa a pagamento
2008/Il giornale diventa a pagamento

Ma in autunno arriva comunque la prima chiusura
panificio lemayr oltrisarcoL’anno inizia con una novità: Taxi non è più un free press ma diventa a pagamento, nelle edicola e in altri punti vendita e in abbonamento. In questo modo è possibile salvarlo.
GENNAIO. La Circoscrizione annuncia la volontà di ristrutturare il campo da bocce del Mignone.

Il progetto del passaggio di via S. Vigilio è pronto ma i condomini disertano la riunione sui terreni da cedere. Gli scolari del quartiere colorano il cantiere Rosenbach con 40 disegni successivamente ingranditi dal pittore Giovanni Gasparini.
FEBBRAIO. “Salviamo il maso di via Castel Flavon”: questo l’appello lanciato da Christa Pardeller e Marco Cobbe. Il maso era stato svuotato a fine 2007 e rimarrà tale fino al 2014, quando sarà demolito per poi (2016) lasciare il posto ad una palazzina. Intervista ai poliziotti di quartiere Locia e Barillari. L’assessora Pasquali annuncia la ristrutturazione di alcuni alloggi comunali di via Aslago: non è mai partita.
MARZO. La storia della calzoleria Mancin, ultima rimasta in quartiere. Castel Flavon riapre le sue porte e con esso un ristorante di classe. Asilo St. Gertraud: dubbi sulla prosecuzione, l’Obmann Bertagnolli lancia l’appello. I commercianti di Aslago chiedono che il parcheggio Coni venga aperto alla clientela. Presentazione delle società calcistiche del quartiere.
APRILE. La storia di copertina è dedicata ai “Tre Gobbi”, dove l’Ipes ha aumentato gli affitti: si annuncia una ristrutturazione che dopo 8 anni non è mai partita. A metà mandato cambio di presidenza in quartiere: Martin Schweigkofler succede a Giovanni Barborini. Storie di quartiere: la scuola guida Haslach, il vecchio macellaio di via S. Geltrude Johann Blaas e la storica maestra delle “Tambosi” Alma Prantil.
MAGGIO. In via del Parco si inaugura la caserma dei pompieri di Oltrisarco-Aslago. In Circoscrizione si discute ancora del progetto Thun sul Virgolo. Passaggio via S. Vigilio, l’assessore Pagani annuncia l’esproprio dei terreni. Copertina dedicata ai nonni vigili del nostro quartiere. Assemblea civica sul rifacimento della scalinata che porta alla chiesa di St. Gertraud. Pino Piccoli racconta la storia del Gruppo teatrale San Paolo, attivo negli anni ‘80.
GIUGNO. Copertina dedicata al commercio che sembra rinascere: aprono Lemayr (nella foto, dove per anni ci fu Defant), Marka, l’ambulatorio veterinario in via S. Vigilio e il centro estetico “Lu&Lu”, mentre la fioreria Kircher si ingrandisce. Parte l’ultima edizione dei “Venerdì Lunghi”. La Circoscrizione chiede un tabellone per le Pm10 davanti alle Tambosi: arriverà nel 2014. Ritorna il Cinema Cafè al Santo Rosario, i pompieri volontari festeggiano San Floriano e Maria Pia Visentin rievoca la merceria-cartoleria Coser.
LUGLIO-AGOSTO. Pompieri volontari, Egon Anranter lascia l’incarico di comandante a Erich Platzer. A St. Gertraud si festeggiano i 40 anni di sacerdozio di Pater Hermann. In via Claudia Augusta aprono due sale gioco: Royal Slot di Saoncella e Intralot di Dell’Osso. In via del Parco arrivano i parcheggi a pagamento. Foto-reportage sulla storica festa “3Dì” del S. Rosario. Ci occupiamo di sport con l’HSV, il 25° compleanno di Sport City e il Progetto Olympia.
SETTEMBRE. Prima di chiudere per impegni professionali del sottoscritto (primo direttore responsabile di “QuiBolzano”), Taxi annuncia la ciclabile tra le rotonde (arriverà 6 anni dopo), l’addio di Tonino e Ines alla storica pizzeria Tip Top e i rimproveri di Seab per la raccolta dell’umido; Maria Pia Visentin rievoca il “Vittorino da Feltre”.

 
 

Link utili

Banner
Banner